Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘clubin’

 ClubIN ha raggiunto un accordo con la Mind The Bridge Foundation di San Francisco (mindthebridge.org) per cui i propri soci hanno il diritto di accedere al nuovissimo Executive Entrepreneurship Program a condizione estremamente vantaggiose.

Informazioni su Mind The Bridge e sul programma si trovano nella locandina allegata

MTB-Exec-School-ENG_042613-rel3

Il programma, della durata di due settimane, non ha date pianificate: al raggiungimento di un numero di partecipanti tra 8 e 12 si concordano con Mind The Bridge le modalità di erogazione. Potrebbe quindi essere interessante stimolare la nascita di gruppi locali di imprenditori o professionisti interessati nel partecipare.

Per la prima edizione è già stato identificato un Ambassador, Paolo Raineri che molti hanno avuto il piacere di conoscere durante l’ultima Assemblea ClubIN in cui è stato presentato il progetto. Per il futuro, non si esclude che altri Ambassador possano essere scelti da chi parteciperà!

Per maggiori informazioni e adesioni è possibile contattare direttamente il Coordinatore Federale ClubIN Stefano Tazzi (stefano.tazzi@tin.it – 335 5646772) che ha recentemente concluso un’esperienza con un percorso differente sempre comunque presso la Mind The Bridge Foundation e di cui dà pubblicamente conto in questo articolo: http://www.issuu.com/cii-pavia/docs/n08_2013-05_ingegneria_dell-informa/16

Grazie,

Stefano Tazzi

Read Full Post »

Anche quest’anno i Presidenti dei ClubIN hanno avuto la possibilità di partecipare al Top Management Forum che si tiene a Milano – in rappresentanza dei Club locali e con l’obiettivo di trasmettere ai propri iscritti i temi salienti emersi nella due giorni – grazie al lavoro di MilanIN che da anni è Media Partner dell’evento.

Questa volta accanto a me erano presenti anche Patrizia Spaggiari di ParmaIN e Stefano Mastella di BresciaIN.

La due giorni si è tenuta il 17-18 novembre ed aveva per tema “Eseguire l’innovazione. Come?”. Il tema poteva rischiare di essere abusato e quindi nella pratica poco incisivo… in realtà devo dire che gli stimoli che mi sono arrivati sono stati davvero tanti.

Il 17 si sono tenuti una serie di workshop tematici che hanno visto come protagonisti esponenti di aziende top nella consulenza accanto a testimonianze di aziende d’eccellenza che si sono messe in gioco ed hanno raccontato la loro esperienza (in taluni casi lasciando a bocca aperta la platea come nel caso di Loccioni).

(altro…)

Read Full Post »

Così nascono i circoli e le nuove forme di tutela basate sul conto dei clic

LE NUOVE RETI

Reid Hoffman, fondatore di LinkedIn (Archivio Corsera)
Reid Hoffman, fondatore di LinkedIn (Archivio Corsera)

L’individuo frequenta la rete, accumula amicizie e poi gli viene voglia di riportare tutto sul territorio. Semmai qualcuno dovesse pensare che i social network hanno ammazzato l’associazionismo, almeno in un caso, si deve ricredere. E prestare un po’ di attenzione alla straordinaria storia di LinkedIn, il sito di social business lanciato nel maggio del 2003 a Mountain View in California. Ora ha raggiunto settanta milioni di utenti in 200 Paesi, 11 milioni in Europa e ben un milione in Italia (di cui il 36% di sesso femminile, un record europeo). I professional italiani lo amano, pubblicano scrupolosamente il loro curriculum, aggiornano la scheda e chiedono continuamente amicizia agli altri per aumentare il loro capitale di relazioni sociali e migliorare la posizione nel mercato del lavoro. Ma sviluppano anche forum professionali che interessano le singole tribù: i dirigenti d’azienda, i designer, i pierre, gli informatici, i consulenti. A dimostrazione, però, che questa dovizia di relazioni comunque non basta, LinkedIn ha sprigionato in Italia un’ulteriore carica di socialità: sono già nati otto club in altrettante regioni italiane (Lombardia, Piemonte, Liguria, Friuli, Toscana, Emilia, Marche, Sardegna) e ne sono in gestazione almeno un’altra quindicina. Già dal nome (MilanIn, TurinIn, LiguriaIn, ToscanaIn, eccetera) i circoli conservano gelosamente il cordone ombelicale che li lega al sito-padre e non c’è nuova iniziativa che deroghi. E ci si iscrive solo dopo essersi fatti le ossa su LinkedIn. Ma qual è la molla che spinge a tanto attivismo? In tempo di Grande Crisi e di ristrutturazione continua delle aziende non può che essere la percezione della propria debolezza sul mercato. Costruendosi un piccolo network l’individuo si sente meno solo, meno in balia delle decisioni prese dalle grandi organizzazioni. Per estensione potremmo dire che è un moderno modo per «farsi sindacato di se stessi», privilegiando il rafforzamento delle proprie chance individuali e non i riti della rappresentanza collettiva. Che questo sia l’approccio psicologico lo dimostra un piccolo episodio: LiguriaIn organizza un seminario chiamato «Kill the boss» dove si apprende non certo a uccidere il Capo, ma come raccontano i soci, «a rapportarti con chi può fare del male alla tua carriera».

(altro…)

Read Full Post »

Pubblichiamo la rassegna stampa dell’evento organizzato a settembre e legato al tema dell‘etica nel business.

I racconti di due Aziende Emiliane danno vita al Codice Etico ClubIN (Sassuolo 2000)

Due aziende emiliane social oriented danno vita al Codice Etico ClubIN (Modena 2000)

ModenaIn, serata con due manager sui nuovi progetti (Gazzetta di Modena)

VirgilioModena_29-9-2010 (Vigilio Modena)

 

Ufficio Stampa a cura di Fruitecom

Comunicati Stampa a cura di Beatrice Sangiorgi

Read Full Post »

Abbiamo voluto raccontarci a tutti coloro che non hanno potuto essere dei nostri in modo autoironico e divertente: perché siamo un Business Club capace di fare network col sorriso, perché siamo un gruppo di persone prima che di ruoli aziendali….

Non aggiungiamo altri commenti… perché sono assolutamente i vostri che ci interessano…. per cui…. pronti alla tastiera!!

MODENAIN.. LA RIPRESA DELLA BASTIGLIA!

Read Full Post »

… E’ stato un grande successo la serata del 14 luglio che ha visto 120 invitatipartecipare alla serata informale di ModenaIN.

Eravamo alla Corte dei Melograni, una splendida villa a Cittanova, che ci ha accolto con il consueto calore… Un ambiente davvero caldo e piacevole che ci ha messo immediatamente a nostro agio facendoci sentire coccolati e, perchè no, come dice qualcuno una famiglia.

Gli invitati sono arrivati a partire dalle 19,00… ma a partire dalle 17,00 molti dei soci si sono presentati per aiutare la preparazione dell’evento…

.. perchè ModenaIN è anche questo.. un gruppo di persone che credono nel progetto e spontaneamente decidono di regalare il loro tempo per offrire serate sempre ricche di contenuto, in un ambiente raffinato ma accogliente e con la consueta atmosfera “easy”… perché la formalità la lasciamo in ufficio!!!!

Anche questo è uno degli aspetti piacevoli di questa esperienza… quella che si incontrano persone che hanno davvero voglia di conoscere le altre persone!!


Erano 12 i manager che hanno regalato il proprio know how e la propria esperienza agli invitati:

•Caterina De Rossi – HRM Champion Europe SpA

•Elisabetta Cristofori – HRM Tetra Pak SpA

•Andrea Minetto – CIO Giorgio Armani

•Enrico Cavallini – CIO AMA SpA

•Gianmarco Antonelli – Responsabile del Branch Emilia Romagna e Marche

•Marco Fini – PM Engineering e membro del direttivo Branch ERM

•Nicola Farronato – Presidente di Yeam

•Bruno Iafelice – Membro di Baia e Business Partner at Nethical, Director at Italian Fulbright Alumni Association, Experienced life science Scientist

•PierPio Cerfogli – Direttore Commerciale BPER, Membro CdA di Meliorbanca Private, Membro CdA di  Banca Crs Cassa di Risparmio di Savigliano

•Gianni Cossar – Marketing Director at Salmoiraghi & Viganò

•Massimiliano Magni – Business Development manager at Capitalimpresa

•Stefano Cordero di Montezemolo –  presidente AIMBA e Professore Università di Firenze

Visualizza tutte le foto dell’evento qui! http://www.flickr.com/photos/modenain/sets/72157624556155112

Ad aprire la serata Anna Piacentini e Claudia Miani che hanno raccontato brevemente i passi fatti in un anno: da gruppo informale ad Associazione, dalla Carta dei Valori alle azioni di responsabilità sociale per Haiti, Abruzzo, Unione Italiana Ciechi.

A seguire Pier Carlo Pozzati, Stefano Tazzi e Laura De Benedetto hanno ufficializzato l’ingresso nella Federazione Nazionale ClubIN di ModenaIN.

Main Sponsor della serata Visam Srl che ha offerto il noleggio della Corte dei Melograni e la cena per i Manager svelati!

Sponsor “Amici di ModenaIN” Cristina Bonfirraro che ha contribuito ai costi di realizzazione dei badge ModenaIN e delle vele della serata

Read Full Post »

Martedì scorso eravamo ancora una volta a Vignola, al Village Resort La Cartiera, che ci ha ospitato con la consueta professionalità in un ambiente raffinato ma al tempo stesso caloroso.

Questo che vi presentiamo questa volta vuole essere un vero redazionale collaborativo… nei prossimi giorni infatti troverete questo post arricchito sempre più di racconti… racconti di alcuni dei nostri iscritti che hanno voluto regalarci la loro interpretazione…. godetevi il viaggio… che ci offrono:

Filippo Malservisi, Ennio Pupillo, Federica Pinotti, Franco Sterza, Nadia Sacchi, ( arriveranno Duccio Cosimini, Laura Formaggio, Andrea Magnani, Claudio Monari, Roberto Francia, Marco Mandrioli)… e che introduco io (Anna Piacentini).

Man mano che arriveranno i contirbuti, l’articolo si arricchirà….

Inizia il tuo viaggio nella serata dei progetti degli iscritti per gli iscritti  leggendo l’approfondimento…

(altro…)

Read Full Post »

Older Posts »